Come migrare la posta e i contatti da Mail su Mac a Windows?

Una guida completa alla migrazione dei propri archivi di posta MacOSX Mail a Microsoft Outlook Express, Qualcomm Eudora o Mozzilla Thunderbird su Windows.

Piccola premessa: lo so, la normalità è solitamente il contrario, gli switcher tendono a passare da Windows a MacOS, ma ci sono quelle volte in cui si rende necessario migrare da OSX a Windows, un esempio per tutti: l'azienda per cui si lavora passa solo un computer Windows, quindi usiamo un Mac a casa e un Notebook Wintel per lavoro

La necessità quindi è quella di riuscire a convertire uno storico di email piuttosto consistente, magari mantenendo anche i contatti di Rubrica Indirizzi.
Il risultato sarà di avere sincronizzati sia sul Mac che sul PC, al giorno della conversione, i due archivi di posta. Oltre a questo se vogliamo mantenere lo stesso account, o più account, continuando a leggere la nuova posta che arriverà sia su Mac che su Windows, dovremo premunirci di qualche piccolo accorgimento dal punto 1 a 4 di quelli sotto descritti, in caso contrario saltare i primi passaggi.

Si parte chiaramente dal Mac.

Configurazione iniziale

  1. aprire Mail, quindi le preferenze del programma ( premere mela e virgola insieme ), quindi la sezione Account;
  2. verificare che, nelle preferenze degli account Mail che vogliamo portare anche su Win, sia impostato di non cancellare i messaggi dal server dopo aver effettuato il download della posta. Per fare questo spostarsi nella sezione Avanzate delle Preferenze dell'account, quindi impostare la cancellazione della posta sul server ad un tempo ritardato. Nella maggior parte dei casi è sufficiente 'Dopo una settimana', ma per essere più tranquilli possiamo anche selezionare 'Dopo un mese'. Se riceviamo tanta posta e il nostro account ha "spazio limitato" quest'ultima opzione potrebbe essere controproducente, si rischia di non poter ricevere più posta;
  3. ripetere eventualmente l'operazione per ogni account che si desidera portare su Windows;
  4. chiudere Mail
  5. se desideriamo portare tutti i contatti registrati nella Rubrica Indirizzi sul Notebook con Windows, dovremo usare il programma allegato alla Faq 347 per esportare ogni singolo contatto della rubrica in un documento vCard separato. Questo passaggio diventa necessario perché la classica esportazione di Rubrica Indirizzi avviene su un singolo File con dentro tutti i contatti e questo formato è difficile da usare su Windows. Inoltre su Windows sarà necessario installare anche Thunderbird, questo perché Outlook non digerisce il formato vCard. Quindi se non desiderate usare Thunderbird, ma outlook potete saltare questo passaggio e dedicarvi al resto. Al contrario se desiderate usare Thunderbird, seguite le istruzioni della Faq 347 avremo una cartella con tutti i contatti della Rubrica che potremo portare in un secondo tempo sul PC.
    In alternativa potremo in seguito spedire in una mail tutti i contatti, ricevendo la Mail su PC.

OK, fino a qui abbiamo ottemperato ai preliminari principali, ora procediamo con la conversione vera e propria, cominciando con una serie di considerazioni:

Proseguiamo…

  1. scarichiamo il buon caro amico di vecchia data, Eudora, uno dei primi client di Posta. Dovremo provvedere al download su entrambe le piattaforme affinché la conversione sia eseguita, quindi è consigliabile già farlo anche sul PC con la versione per Windows, oppure scarichiamo entrambe già adesso su Mac, poi copieremo tutto su Windows in seguito, insieme agli archivi di posta;
  2. Una volta scaricato ed installato, apriamo il client di posta Eudora per MacOS e saltiamo la procedura per creare l'account, non ci servirà per adesso e forse mai. Usiamo invece la comoda opzione di migrazione che ci consente di portare in Eudora tutta la posta presente in Mail. All'apparizione del messaggio "Would you like to import settings and mail from another email application?" selezioniamo il pulsante Yes, apparirà una finestra che chiede da quale applicazione... Apple Mail.
    Se non incontrate il messaggio sopra descritto è possibile avviare manualmente l'importazione selezionando la voce "Import Mail..." dal menu File del programma;
  3. OK, selezioniamo gli account di posta desiderati, oppure "Local Mailboxex" per tutta la posta che abbiamo già archiviato in altre cartelle dentro Mail ( 'Local Mailboxex' di Eudora equivale a 'Sul mio Mac' di Mail ). Aspettiamo tutto il tempo necessario, potrebbe volerci molto tempo a seconda di quanta posta è presente in Mail per gli account/cartelle selezionate.
  4. Chiudiamo Eudora e andiamo nella cartella documenti del vostro utente, /Users/username/Documents, dove è presente la cartella "Eudora Folder";
  5. Nelle directory "Mail Folder" e "Attachments Folder" ci sono i nostri dati. La Attachments Folder ( Cartella degli Allegati ) potete conservarla sul PC se considerate il suo contenuto valido per riferimenti futuri. La Mail Folder ( Cartella della Posta ) contiene invece proprio quello che dobbiamo sicuramente portare su Windows. Prima di fare questo passaggio dovremo però rinominare gli archivi presenti in questa cartella.
  6. Ogni elemento presente nelle cartelle è in formato mbox, ma l'estensione non è presente quindi su PC non sarebbe riconosciuta. Si rende quindi necessario rinominare gli archivi con l'estensione .mbx, ad esempio 'INBOX' diventa 'INBOX.mbx', senza le virgolette. Le cartelle degli account devono avere l'estensione 'fol' per essere riconosciute da Eudora su Win, quindi ancora una volta facciamo la stessa operazione per ogni cartella che contiene gli archivi di posta 'Local Mailboxes' diventerà 'Local.fol' ( tolgo lo spazio per compatibilità ), la cartella 'utente@dominio.estensione' diventerà 'utente_dominio.estensione.fol', ecc. Se la quantità di cartelle e file mbox fosse eccessiva si può usare Applescript o Automator per rinominarle automaticamente. Per i più pigri ho preparato l'applicazione "Eudora_ConvertItemName4Windows" liberamente scaricabile ed utilizzabile. Sarà sufficiente trascinarvi sopra le cartelle di Eudora che vogliamo rinominare e il programma penserà al resto ( occhio quindi a non fare il Drag&Drop della cosa sbagliata, non fa distinzione e rinomina qualunque cosa vi si trascini sopra!).
  7. abbandoniamo il Mac e spostiamoci su Windows, copiamo tutti i nostri archivi di posta creati su Mac ed eventualmente l'Eudora, versione per Windows, se l'avevamo già scaricata con Mac.
  8. Installiamo Eudora su Windows, seguiamo tutta la procedura se vogliamo mantenere questo programma di posta, altrimenti saltiamo tutti i passaggi fino a che il programma non chiederà più niente. Quindi usciamo e andiamo a copiare gli archivi di posta nella cartella che avrà creato in C:/Documents and Settings/NomeUtente/Documenti/Eudora Folder/. Una volta spostate qui dentro nell'apposita cartella, le directory e i documenti creati su Mac basterà riaprire Eudora per vedere la nostra posta.
  9. Ora non resta che creare l'account di posta elettronica nel programma preferito. Sarà possibile usare Thunderbird, Outlook o lo stesso Eudora. Thunderbird e Outlook permettono di importare automaticamente tutte le configurazioni da Eudora, compresi gli archivi di posta elettronica. Quindi se non desideriamo affatto usare Eudora, scegliere di importare la posta dal programma preferito.

  10. Gli indirizzi:
  11. Con Thunderbird è possibile importare i file .vcf (vCard) creati precedentemente su Mac, semplicemente installando una qualunque delle estensioni disponibili per il programma sul sito Mozzilla.org. Ne esistono diverse versioni tutte gratuite. Scegliete quella che desiderate e installatela in Thunderbird. A questo punto quindi non rimane che importare le vCard, sfruttando dal nuovo menu che si sarà nel frattempo creato, la voce "Import vcf..." o "Import vCard...".
    Per trasferire i contatti tra Mail/Outlook/OE, il modo più semplice è *spedire* i contatti con una mail. Vengono recapitati come VCF, ed anche quei programmi che non importano i VCF in genere nel corpo della mail li riconoscono, quindi con un doppio click li importano.

Il riassunto di buona parte di queste istruzioni è disponibile nella Faq 405.